integratori naturali

Gli integratori naturali sono sempre più diffusi: online, nei supermercati e nelle farmacie.

Tutti ne abbiamo almeno una confezione in casa e li utilizziamo per migliorare il nostro benessere o risolvere piccoli disturbi, quali insonnia o problemi digestivi.

C’è però ancora poca consapevolezza delle loro caratteristiche, del loro utilizzo e dei possibili effetti collaterali.

In questa guida completa troverete tutti i consigli per scegliere i supplementi naturali più giusti per voi.

Integratori naturali: cosa sono

Gli integratori naturali fanno parte della categoria degli integratori alimentari cioè: “i prodotti alimentari destinati a integrare la comune dieta e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali le vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in particolare ma non in via esclusiva aminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti, in forme predosate”. Questa è la definizione fornita dal d.lgs. 169/2004.

Gli integratori naturali sono quindi dei supplementi a base di sostanze naturali estratte da erbe, fiori, piante o frutti. In generale essi migliorano il nostro stato di benessere e aiutano a prevenire disturbi comuni quali insonnia, stress, problemi digestivi o articolari.

I principi attivi in esse contenute non devono però mai sostituire una dieta sana e bilanciata. Consumare ogni giorno frutta e verdura di stagione, cereali integrali e una buona quantità di fibre è, infatti, la scelta migliore per il nostro corpo. Quando ciò non è possibile, o non basta, si può ricorrere agli integratori.

Orientarsi tra i numerosi rimedi naturali può essere difficile, vediamo quindi i più diffusi e le loro caratteristiche.

Vitamine

Le vitamine sono nutrienti essenziali che contribuiscono al funzionamento del nostro organismo e si dividono in due categorie: liposolubili e idrosolubili.

Le vitamine liposolubili si sciolgono nei grassi: appartengono a questo gruppo la A, D, E, K.

Ecco le loro funzioni:

Le vitamine liposolubili tendono ad accumularsi nei tessuti e il corpo fatica a eliminarle. Per questo prima di assumerle attraverso gli integratori bisogna assicurarsi di averne davvero bisogno.

Le vitamine idrosolubili si sciolgono nell’acqua e sono la C e quelle del gruppo B:

Le vitamine idrosolubili non si accumulano nei tessuti e vengono facilmente eliminate dall’organismo.

Minerali

Sono micronutrienti essenziali al funzionamento del nostro organismo:

Probiotici

probiotici sono microrganismi che si trovano naturalmente in alcuni alimenti quali per esempio lo yogurt o il kefir. I principali ceppi sono:

Essi contribuiscono alla salute intestinale, in particolare: limitano i disturbi gastrointestinali e digestivi. Favoriscono anche il buon funzionamento del sistema immunitario, per questo è importante assumerli ogni giorno. Quando l’alimentazione non basta si può ricorrere agli appositi integratori naturali.

Erbe e piante

Erbe e piante sono da sempre utilizzate per i loro principi attivi in grado di risolvere piccoli fastidi e migliorare lo stato generale di benessere.

Tra gli integratori naturali più usati troviamo quelli a base di ginseng, uno stimolante naturale che combatte l’affaticamento fisico e mentale. Per questo è molto utile sia nei periodi di forte stress sia durante la convalescenza da malattie debilitanti.

Anche la curcuma è molto usata per le sue funzioni antinfiammatorie, antiossidanti e antibatteriche. Inoltre favorisce la digestione e allevia il gonfiore addominale.

Tra gli integratori naturali immunostimolanti spicca l’echinacea che ha proprietà immunostimolanti. Essa è molto utile anche per prevenire le infezioni delle vie urinarie.

Come e perché assumere gli integratori naturali

I supplementi naturali sono molto importanti perché forniscono al nostro organismo le sostanze che non riusciamo ad assumere con l’alimentazione. Ciò può accadere per diversi motivi:

In alcuni periodi, il nostro corpo e la nostra mente sono messi a dura prova da stress lavorativo, impegni familiari, problemi personali o eccessiva attività sportiva. Ciò può causare una carenza di nutrienti o aumentare il fabbisogno di alcune sostanze. Per esempio, in vista di un esame molto impegnativo può essere utile integrare il fosforo.

Anche una dieta dimagrante sbilanciata o un’alimentazione scorretta possono causare carenze di elementi nutritivi. Chi consuma pochi vegetali, per esempio, ha spesso mancanza di sali minerali e vitamine. Una dieta povera di latticini invece può causare carenza di calcio e prebiotici.

Conoscere le funzioni degli integratori naturali permette, quindi, di scegliere quelli più adatti alle proprie esigenze.

Anche se sono prodotti naturali, per assumere integratori è bene seguire alcune regole:

Controindicazioni

Anche se contengono sostanze naturali, gli integratori, possono avere effetti collaterali e interagire con altri farmaci.

Se si assumono anticoagulanti, per esempio, bisogna fare attenzione al ginseng. Anche gli integratori di sali minerali, di vitamina D e K, possono interferire con altri farmaci limitandone l’effetto o causando reazioni avverse.

Bisogna poi evitare dosaggi eccessivi pensando di potenziare l’effetto degli integratori. Vediamo gli effetti collaterali del sovradosaggio di vitamine e minerali più diffusi:

Tipologie di integratori naturali

Esistono integratori alimentari per ogni esigenza e per ogni persona. Da quelli per bambini, a quelli per uomini over 50; da quelli per il colesterolo a quelli per gli occhi.

I più consumati sono senza dubbio i multivitaminici che contengono vitamine e minerali essenziali. Sono molto utili in caso di dieta squilibrata o in periodi di stress. Si trovano in capsule, compresse, sciroppi o in polvere. Esistono anche formulazioni dedicate ai bambini come Cangurini Multinutrients di Solgar.

Anche gli integratori per il colesterolo sono molto usati. Contengono olio di pesce, fitosteroli, e omega 3. Associati a una corretta alimentazione e all’attività fisica aiutano a ridurre il livello di colestreolo cattivo nel sangue.

Gli antiossidanti aiutano a combattere i radicali liberi che causano l’invecchiamento precoce e distruggono le cellule. Questi integratori naturali contengono: vitamina C, E, A, polifenoli, coenzima Q10 e selenio.

Ansia e stress colpiscono gran parte della popolazione adulta e possono causare anche insonnia, tachicardia e mal di testa. Assumere integratori specifici a base di valeriana, magnesio, zinco e selenio aiuta a contrastare l’ansia e favorisce il riposo notturno. Disponibili in compresse o bustine, come Ansiolev, essi agiscono sul sistema nervoso e devono quindi essere presi seguendo con attenzione le dosi indicate.

Tra gli integratori più utilizzati ci sono quelli per le donne in gravidanza. Sono dei multivitaminici con tutti i minerali e i micronutrienti necessari alla mamma e al feto. In particolare sono arricchiti con acido folico, sostanza indispensabile al corretto sviluppo fetale.

In ultimo ricordiamo gli integratori naturali drenanti e anticellulite. Essi contengono estratti di: mirtillo, ananas, centella, betulla, equiseto, finocchio e altre sostanze che aiutano il microcircolo e l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

In conclusione vi ricordiamo che gli integratori naturali non sono farmaci, ma alimenti che aiutano il nostro corpo in momenti particolari.

Prima di assumere i supplementi naturali è bene consultare il proprio medico per evitare effetti collaterali e interazioni con altri farmaci.

Fonti 

Istituto Superiore di Sanità

Società Italiana del Farmaco